Vai al contenuto

andare a new york con piccoli precedenti


Post raccomandati

Ospite
Questa discussione è chiusa.
  • Contenuti simili

    • Da enryweb
      Dire last minute è forse esagerato, praticamente si parte a giorni, almeno nella mente, senza nulla di ancora prenotato....
       
      Itinerario pensato al volo avendo letto anche un po’ di diari, fattibile senza ammazzate in auto di trasferimento?
       
      9 - ago Arrivo a NY nolo auto e trasferimento a Philly 
      10 - ago Visita Philly e nella sera trasferimento a Lancaster
      11 - ago Amish e trasferimento a Whashington
      12 - ago Visita della città (solo fuori) delle attrazioni principali in zona Mall (magari con noleggio di monopattino 🛴)
      13 - ago Trasferimento a Pittsburg sulla strada Casa sulla cascata e Outlet di Pitt, notte in città
      14 - ago Da Pittsburg verso le cascate: se riusciamo già attrazioni con Pass Niagara, notte in zona
      15 - ago Visita di Toronto e notte li
      16 - Rientro verso Ithaca, per Finger Lakes è un outlet a Waterloo
      17 - ????
      18 - Verso New York - Cape Liberty per imbarco con nave da crociera
       
      al rientro dalla crociera 2 notti a NY (dove siamo già stati) per vedere 1-2 cose che ci mancano
       
      In questo ipotetico itinerario in pratica ho un giorno “buco” da poter aggiungere da qualche parte, se non ho sbagliato nulla a vostro avviso dove può valerne la pena?
       
      Si fa tutto troppo di corsa?
       
      Le uniche cose certe sono arrivo a NY il 9 agosto e partenza crociera da Cape Liberty il 18 agosto, in mezzo tutto è da far ancora quadrare alla perfezione.
       
      Grazie a chi risponderà e fornirà informazioni utili, come al solito questo forum è una miniera di informazioni ed è una garanzia 👍👍👍
    • Da Lizzina
      “Quest’anno andate in Giappone, quindi??”
      “Sì, sì ho già un’idea di itinerario, ho controllato i treni, fatto prenotazioni (cancellabili) per Tokyo e pensato a che regalo portare al mio collega Toru che incontreremo a Yokohama…”
      E poi niente… Rai 5 trasmette il programma “Prossima fermata: America”, dove si percorrono le immense terre americane sui treni fermandosi anche nelle più piccole cittadine e il tarlo si insedia nella mente… In più leggo ovunque che andare ad agosto in Giappone è un suicidio di umidità e calore e noi siamo ancora “scottati” dalla Bangkok di 2 anni fa… Poi aggiungici che il torii di Miyajima sarà in restauro da giugno 2019 per oltre un anno…………………………………………
      Ed eccomi qui…… a sognare un possibile ritorno negli States!! 🤞
      Di tornare ad ovest non se ne parla, il marito me l’ha proprio vietato (anche se cercavo di tentarlo con una Route 66…), quindi non mi resta che proporre la costa est per avere qualche speranza!
      Purtroppo al momento mi vedo costretta a rinunciare al South East, dove avrei già l’itinerario studiato due anni fa: i voli hanno un costo proibitivo, ma un po' come tutte le destinazioni che monitoro (Atlanta, Toronto, Chicago, Miami, Washington, Philadelphia, Denver e NY).
      L'unica città che ha un prezzo quasi umano, ma non ancora accettabile, per le mie date è New York.
      Avendo già visitato la Grande Mela, penserei di usarla come "scalo tecnico" passandoci giusto l'ultimo giorno prima del volo, solo per poterci infilare il musical della vita (Moulin Rouge! debutta a Broadway a giugno ).
      Ora chiedo il vostro consiglio!!
      Il volo non c'è ancora, ma ho le date praticamente fissate ad agosto con 2 settimane giuste giuste: l'unica possibilità di cambiamento è la settimana prima o quella dopo Ferragosto (mannaggia all'azienda del marito!!).
      La prima idea che ho in mente è fare le grandi città, Philadelphia e Washington sicuro, cercando di infilarci anche Niagara ed eventualmente Toronto.
      Mia sorella ha fatto un loop su NY con Boston in 12 giorni, ma senza Philly e Washington, inserendo più giorni a NY e fermandosi ad Albany e Syracuse: mi ha sconsigliato vivamente queste due città, dicendomi invece che i Finger Lakes meritano una visita.
      Con 2 settimane, l’itinerario ipotizzato è:
      03/08 ITA - NY - Philadelphia (nel caso il volo arrivi presto)
      04/08 Philadelphia
      05/08 Philadelphia – Washington
      06/08 Washington
      07/08 Washington
      08/08 Washington - Pittsburgh
      09/08 Pittsburgh – Niagara
      10/08 Niagara – Toronto
      11/08 Toronto
      12/08 Toronto – Utica
      13/08 Utica – Boston
      14/08 Boston
      15/08 Boston – NY
      16/08 NY
      17/08 NY – Volo
      Al momento è un itinerario meramente basato sulle distanze e ho solo un’idea di cosa vedere a Washington, mentre il resto è da studiare.
      Consigli?
       
      Stravolgendo completamente il viaggio, può valer la pena tagliare tutto l’interno e Boston per spingersi a sud fino alle Outer Banks? In questo modo potrei dare un contentino al marito facendogli vedere un po’ di mare…
      In quel caso potrei valutare di spostarmi con i treni almeno a Philadelphia (non so quale orrore possa essere guidare a NY City) o Washington e fare un loop in auto su una di queste 2 città.
      Sto recuperando il diario di @Monica405 che aveva fatto un giro simile, anche se non ci sono più le foto (maledetto Flickr!!), così mi faccio un’altra idea e poi sottoporrò le mie alternative al giudizio del marito!
      Grazie già da ora per i consigli!!
    • Da fedebfedeb
      Ciao a tutti, 
      ero iscritta al vecchio sito e mi avevate aiutato tantissimo x un viaggio on the road fatto nel 2011 (new york, route 66 da chicago fino a las vegas, sfo e lax).
      Dopo tra fare la casa, una gravidanza e un'altra mi sono un po' persa....
      Ora ci sposiamo e torniamo in America!!!Però sta volta con 2 bimbi, uno di 3 e una di 1 anno!!!
      Stiamo facendo tutto molto in fretta perchè abbiamo deciso tutto a inizio anno e vogliamo smettere di rimandare sempre.
      Abbiamo un mese di ferie!Dal 24 marzo al 21 aprile!Però abbiamo anche 2 bimbi che dilatano molto il tempo!
      Al momento abbiamo preso il volo....
      Andata diretto x New york con arrivo il 24.03 alle 17.15, ritorno da Miami con partenza il 21.04 alle 19.10.
      Pensavamo di fare tipo 4 gg a ny, 1 a philadelphia e 2 a washington poi prendere volo interno x Orlando.
      Li il giro pensato è orlando almeno 4 gg (un giorno dedicato a disneyworld), poi sarasota, naples, everglades, isole keys e in fine miami.
      Appena avrò finito di pianificare almeno i primi gg prendiamo già volo interno (consigli su dove guardare x trovare buoni prezzi?).
      Per gli spostamenti ny-washington useremo il treno, x ora ho visto sul sito dell'amtrak che è abbastanza cara, posso guardare anche altrove?
      Poi in florida noleggeremo la macchina, preciso che pensavo cmq di fare 3-4 gg almeno x ogni tappa proprio perchè coi bimbi non possiamo esagerare...e vogliamo anche rilassarci in sto viaggio.
      Il 17 è anche il mio compleanno, me lo voglio godere (spero di essere nelle keys in quel momento).
      Ny avendola già vista cercavamo qualcosa di insolito, e anche posti particolari dove mangiare.
      Per ora abbiamo deciso i primi 2 gg
      DOM 24 ARRIVO NY 17.18
      LUN 25 CENTRAL PARK - ZOO
      MART 26 CONEY ISLAND
      Qualcosa di diverso dalle solite mete che consigliate di vedere a NY?
      Altra domanda...nell'altro viaggio ci fermavamo spesso in motel a caso spendendo a volte anche solo 20$...coi bimbi non so se è fattibile partire senza prenotazioni .....forse mi conviene prenotare prima, tipo in catene come super 8 e motel6 spendendo quindi un po' di +....consigli?
      Qualcuno che ha già avuto esperienze di viaggi on the road con bimbi piccoli?
      Le everglades non ho ben capito...ho letto delle due passeggiate che si possono fare...ma è pericoloso?Ho un po' di timore del tipo  che il mio treenne cominci magari ad urlare aizzando un coccodrillo.....
      Insomma entro breve abbozzerò qui qualcosa di più preciso, intanto accetto tutti i consigli che potete darmi!
      Grazie
      Federica
    • Da Hammer70
      Un ottima alternativa ai soliti tour a NYC è passare una giornata alla ricerca della migliore street art della città. E'un modo di vedere quartieri e zone off the beaten track. Qualche decennio fa i graffiti erano considerati esclusivamente atti vandalici (sotto l'amministrazione Giuliani venne vietata la vendita di bombolette spray ai minorenni), ora la street art, grazie alla fama raggiunta da alcuni dei suoi migliori interpreti, è stata sdoganata come forma di arte (fermo restando che parte dei graffiti, in particolare le tag, rimangono, a volte, opera di vandalismo). Ora si organizzano tour, guidati da artisti, dal costo di circa 25$+tip. Nel mio tour a Bushwick ne ho incrociati un paio e, ascoltandoli, ho capito che bisogna conoscere molto bene l'inglese e sapersi adattare a fotografare insieme ad altre minimo 20 persone, Il modo migliore (imho) è quello di documentarsi in rete e farlo in autonomia. La street art è la forma d'arte più mutevole (ed effimera) in assoluto, quello che vedi oggi, domani potrebbe essere stata distrutta (come la struttura dove sorgeva il celebre 5pointz a LIC). Ma questo vale anche per i grandi murals fatti su commissione nei quartieri centrali a NYC. Sull'High Line molti si ricordano del VJ Day in Times Sq. coloratissima opera del brasiliano Kobra, reinterpretazione della foto (di Albert Eisenstaedt) del bacio tra il marinaio e l'infermiera, ecco quell'opera è stata distrutta lo scorso anno in quanto il palazzo, su cui era dipinta, è stato abbattuto per costruire un nuovo complesso di costosi appartamenti con vista sull'High Line. A Manhattan il Lower East Side, l'East Village e Harlem sono zone con molte opportunità di vedere della street art di ottimo livello, ma si può trovare qualcosa d'interessante anche in altri angoli di Manhattan

      Lower East Side

      WTC



      East Village
      Sull'High Line rimango letteralmente folgorato dal caleidoscopio di colori della nuova opera di Kobra dedicata a Gandhi e Madre Teresa – incrocio 10 Av/W 18th St (metro linea blu A-C-E 14 st).


      Mi informo in rete e scopro che:
      1 - l'artista che girovaga normalmente in tutto il mondo (ha lavorato anche a Roma, Carrara e Ravenna) stava lavorando a NYC
      2 – aveva completato altre opere di un ambizioso totale di 15 da terminare in breve tempo
      Questi progetti si trovano nella zona est della città lungo l'asse della 3 Av.
      Mi dirigo al 231 Eldridge St al margine settentrionale del Lower East Side (metro verde 6 – Bleecker St o metro arancio F – 2 Av), all'interno di un parcheggio privato si trova il mural “Stop guns” verniciato sopra un precedente lavoro dedicato all'inclusione scolastica.


      In zona si possono vedere altri mural e graffiti sui muri del First Street Green Culturale Park.
      Il lavoro successivo si trova nella zona nord dell'East Village (vicino al Tompkins Sq. Park) all'incrocio della 1 Av/E 11th St (metro linea grigia L 1 Av).
      Qui si trova il grande mural dedicato a Michael Jackson con il viso diviso – mezzo volto fanciullesco al tempo dei Jacksons 5 e mezzo ormai devastato dalla chirurgia estetica dell'ultimo periodo.

      La sosta seguente è una parete dell'hotel Even sulla E 44th St (metro linea verde 4-5-6 e linea viola 7 Grand Central 42 St). In realtà questo mural l'ho trovato casualmente fermandomi ad un semaforo pedonale risalendo la 3 Av. Vedendolo ho riconosciuto subito l'autore, è ispirato all'opera di Roy Lichtenstein.

      L'ultima tappa del “Kobra tour” è l'isolato sulla 3 Av tra la E48th e la E49th . L'artista brasiliano ha verniciato una grande parete sulla E49th intitolata “The braves of 9/11”, inaugurata, ovviamente, lo scorso 11 settembre. Il numero 343 sul caschetto è una citazione del numero di pompieri vittime dell'attacco alle torri.

      Sul lato opposto dell'isolato, sulla E49th Kobra stava completando un mural con protagonista Einstein. Come si vede la scorsa settimana era ancora work in progress:

      Proprio qua ho potuto incontrare e parlare brevemente con l'artista, vi risparmio, per pudore, il selfie che ho fatto con lui.
      In seguito ho scoperto un altra opera già completata: si trova tra Thompson e Watts a SoHO. Un opera “politica” apparentemente dedicata ai dreamers con una statua della libertà con sombrero e un bimbo con un palloncino colorato con i colori della bandiera americana.
       
      Ma la vera meta per chi ama la street art si trova nella zona nord di Brooklyn: è il quartiere di Bushwick (metro linea grigia L Jefferson St.). Pochi anni fa era una zona decisamente non sicura e i turisti ne rimanevano a debita distanza. Dal 2012 The Bushwick Collective ha trasformato in una galleria d'arte a cielo aperto i vecchi capannoni. Le facciate di questi capannoni sono diventati la tela per decine di artisti. Il tutto ha rianimato il quartiere dove ora sono presenti artigiani, ristoranti e gallerie d'arte. Curioso che anche le multinazionali (es. Google e Verizon) hanno recepito il messaggio, a Bushwick la pubblicità non viene più affissa ma viene verniciata come street art.


      Gli isolati intorno alla stazione della metro sono tutti zeppi di street art. Se osservo con google street le immagini delle vie che ho percorso la scorsa settimana riconosco pochissime opere, il turnover è continuo e massiccio (in genere entro un anno).
      https://image.ibb.co/cCdJsK/DSC_8075.jpg






      Il sempre amato parruccone
































      Zona intorno alla fermata metro di Morgan Av. - zona decisamente meno turistica (ci sono diversi homeless accampati) con graffiti old style, moltissime tag disordinate. Se avete poco tempo potete anche evitarla.


      Altra zona con street art interessante è Long Island City (metro linea blu E – linea arancio M – linea verde G – linea viola 7 Court Sq) sulla 21 St (ad un isolato dal LIC Hotel) e sul Vernon Blvd.







      Anche Banksy ha bazzicato per NYC, nell’ottobre 2013 lanciò una specie di caccia al tesoro intitolata “Better in than Out” con un opera nuova al giorno da trovare nelle strade della metropoli ( su Sky arte ogni tanto fanno passare il film-documentario “Banksy does New York”, il racconto di quel mese). Di tutte queste opere rimane solo l'Hammer Boy nell'Upper West Side W79th (metro linea rossa 1 79th St)

      Considerazioni: Lo street art tour è indicato ai fotografi e a chi vuole vedere qualcosa al di fuori dei soliti luoghi.
       
    • Da sweetysy
      Ciao a tutti ragazzi,
      non metto piede qui dentro dal lontano 2016.... colpa del piccolo L. che è arrivato come un uragano a scombinarci (piacevolmente) le vite....
      e il tempo da dedicare a hobbies e viaggi è stato spazzato via.. ☺️
      spero stiate tutti bene! 🤗
       
      Ma da brava "mamma-USA-dipendente" da qualche settimana ho un tarlo nella mia testolina che mi dice: ma l'anno prossimo L. sarà più grande e perchè non dovresti organizzare un viaggetto a misura di bambino?
      Ecco da questo presupposto ho iniziato a ragionare  per capire cosa si potrebbe fare e ho buttato giù queste idee:
       
      Il suo primo volo transoceanico deve essere diretto: quindi cercherei un MPX - JFK Il periodo: settembre 2019 - le temperature dovrebbero essere buone, lui ha tempo di crescere ancora un po' e avrà 2 anni e mezzo - giorni a disposizione 10 (vedremo poi se riusciamo a rosicarne qualcuno in più ma sarà difficile) NY l'abbiamo già visitata nel 2012 ma ci mancano alcune cosette: High Line, Intrepid Sea Air & Space Museum, Coney Island e la salita sulla Freedom Tower (che allora era in costruzione), mi fermerei quindi a smaltire il fuso almeno 2 giorni  
      Con la premessa qui sopra mi sono interrogata se andare a Sud e quindi Washington - Philadelphia ma non vorrei un viaggio di sole città.
      Allora ho iniziato a studiare il New England... e mi sono innamorata delle foto dei fari, delle spiagge e delle piccole cittadine di mare..... 😍
       
      La prima bozza che mi salta in mente è questa:
       
      Italia - NY NY NY NY - tappa verso Boston Boston New England New England New England New England New England - NY  
      So che sono pochi giorni da dedicare al NE, e so che non posso mettere troppa carne sul fuoco anche perchè non ho idea di come si comporterà L.... quindi preferisco vedere una cosa in meno ma avere tempi decisamente più larghi.
       
      Che tappe dovrei inserire secondo voi per avere un degno assaggio di questa zona? 
      Grazie in anticipo a chi vorrà aiutarmi a costruire questo viaggio ancora agli albori ma che già sogno di poter realizzare 🤩
       
  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

  • Chi è Online   0 Utenti, 3 Anonimo, 13 Ospiti Visualizza tutti

    Non ci sono utenti registrati online

×
×
  • Crea Nuovo...